top of page

S&P 500 sale toccando per poco il massimo negli ultimi quattro mesi dopo i dati sull'occupazione



Venerdì l’indice S&P 500 è salito, toccando brevemente il massimo di quattro mesi, dopo che un forte rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti ha alimentato l’ottimismo degli investitori su un atterraggio morbido per l’economia.


Gli investitori hanno ridimensionato le scommesse sul taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve a marzo dopo che il Dipartimento del Lavoro ha riferito che i dipendenti non agricoli sono aumentati di 199.000 a novembre, sopra le aspettative di 180.000.


Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,7% e i guadagni medi sono saliti allo 0,4% su base mensile, contro le aspettative di crescita dello 0,3%.


I futures sui tassi di interesse mostrano che i trader generalmente si aspettano che la Fed mantenga i tassi stabili alla riunione della prossima settimana, secondo lo strumento FedWatch del CME Group. Tuttavia, i prezzi dei futures ora significano che i trader si aspettano che la Fed inizi a tagliare i tassi di interesse a maggio, due mesi dopo la riunione di marzo su cui molti investitori hanno scommesso negli ultimi giorni.


Nvidia (NASDAQ: NVDA) è cresciuta del 2,1% e Meta Platforms (NASDAQ: META) ha guadagnato l'1,3%.


Le azioni della società madre di Google, Alphabet (NASDAQ: GOOGL), sono scese dell'1,5%, rinunciando ai guadagni dopo il rally guidato dall'intelligenza artificiale nella sessione precedente.


Altri dati hanno mostrato che la fiducia dei consumatori statunitensi ha registrato una ripresa molto più marcata del previsto a dicembre, dopo quattro mesi consecutivi di calo.


I robusti rapporti trimestrali e l’ottimismo sulla fine dei rialzi dei tassi da parte della Federal Reserve hanno alimentato i guadagni costanti delle azioni statunitensi dalla fine di ottobre.


L'S&P 500 è salito dello 0,45% toccando il livello più alto da luglio prima di restituire parte dei guadagni. Lo scorso anno è aumentato dello 0,28% a 4.598,59 punti.


Il Nasdaq ha guadagnato lo 0,35% a 14.390,60 punti, mentre il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,26% a 36.212,02 punti.


Sette degli 11 settori dell'S&P 500 hanno registrato un rialzo, guidati dall'energia che ha guadagnato lo 0,86%, seguita dalla tecnologia dell'informazione che ha guadagnato lo 0,74%.


Le azioni di Honeywell (NASDAQ: HON) sono scese dell'1,5% dopo che la società industriale ha dichiarato che avrebbe acquisito le attività di sicurezza del produttore di condizionatori Carrier Global (NYSE: CARR) per 4,95 miliardi di dollari. Le azioni della compagnia aerea sono aumentate di quasi il 4%.


Le azioni di Paramount Worldwide sono aumentate del 14% sulla scia delle notizie di interesse per l'acquisizione della società di media. Peer Warner Bros Discovery (NASDAQ: WBD) ha guadagnato il 6,6%.


Le azioni di DocuSign (NASDAQ: DOCU) sono aumentate del 5,8% dopo che il fornitore di prodotti di firma elettronica ha alzato le previsioni sui ricavi annuali.


Nell’S&P 500, i titoli in rialzo superavano quelli in ribasso con un rapporto di 1,2 a 1.




Fonte: investing.com