top of page

Borse, Milano tiene rispetto alle altre piazze europee

Prima seduta della settimana al ribasso per l'equity europeo che resta diviso tra i timori di recessione e le preoccupazioni su possibili nuovi lockdown in Cina, sulla ripresa dei contagi Covid. Intanto l'attenzione degli investitori resta concentrata sull'inflazione americana a giugno e sulla stagione delle trimestrali in avvio in America, con JP Morgan che farà da apripista giovedì 14 luglio. Nel frattempo, si inasprisce la crisi energetica dopo che Nord Stream 1, gasdotto che collega la città russa di Vyborg alla tedesca Greifswald garantendo 15% delle forniture del Vecchio continente, verrà chiuso per dieci giorni, per manutenzione. Sul fronte societario, focus su Autogril che ha firmato un accordo con Dufry per creare un gruppo globale nel settore dei servizi retail e di ristorazione per chi viaggia. Sul mercato valutario, prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,53%. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,24%. Il Petrolio crolla del 2,44%, scendendo fino a 102,2 dollari per barile. Lieve flessione dello spread, che sale a +201 punti base, con un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 3,22%. Nello scenario borsistico europeo sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dello 0,94%, scivola Londra, con un netto svantaggio dello 0,87%; in rosso Parigi, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,12%. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,66%.

Comments