top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Beneficium excussionis per il socio illimitatamente responsabile

Con sentenza n. 28709 del 16 dicembre 2020, le Sezioni Unite, hanno affermato il principio secondo il quale "in tema di riscossione ed esecuzione a mezzo ruolo di tributi il cui presupposto impositivo sia stato realizzato dalla società e la cui debenza risulti da un avviso di accertamento notificato alla società e da questa non impugnato, il socio può impugnare la cartella notificatagli eccependo (tra l'altro) la violazione del beneficio di preventiva escussione del patrimonio sociale". Per quanto riguarda l'onere probatorio dell'insufficienza parziale o totale del patrimonio della società, questo grava sul socio nelle società semplici, ovvero sul creditore per le società in nome collettivo, in accomandita semplice o per azioni.

Comments