top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Avanti la Consob si applicano le garanzie del processo penale

Nell’ambito di un procedimento davanti alla Consob contro l’abuso di informazioni privilegiate, si applicano le tutele del processo penale - in particolare il «diritto a non rispondere» - se dalle proprie dichiarazioni possono derivare tanto l’applicazione di sanzioni amministrative di carattere “punitivo” quanto profili di responsabilità penale. Così ha statuito la Corte di giustizia dell’Unione europea, applicando di fatto i principi affermati dalla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo. Per i giudici europei, in sostanza, nell’ambito di un’indagine svolta nei suoi confronti dall’autorità competente, una persona può rifiutarsi di fornire a tale autorità risposte che possano far emergere la sua responsabilità per un illecito passibile di sanzioni amministrative aventi carattere penale oppure la sua responsabilità penale.


Corte di giustizia dell’Unione europea - Grande sezione - Sentenza2 febbraio 2021 - Causa C-481/19

Comments