top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

aumento degli immobili inagibili

Secondo una ricerca effettuata da Confedilizia, dopo il periodo "Covid-19" sono aumentati del 2,2% rispetto al precedente anno gli immobili in stato di abbandono.

Sempre secondo Confedilizia tale situazione sarebbe causata dal pagamento dello'IMU, infatti, rispetto al 2011, quando questo tributo non era ancora previsto, gli immobili inagibili ed in stato di abbandono sono raddoppiati. Tale previsione, inoltre, è rafforzata dal fatto che risulta che la maggior parte di immobili in stato di rudere siano di proprietà di persone fisiche, le quali avrebbero contribuito all'aggravarsi della situazione dell'immobile non occupandosene, oppure rimuovendo parti essenziali (ma anche le più pericolose se in stato di cattiva manutenzione) come il tetto, le imposte, e le recinzioni.

I dati sono allarmanti, risulta che si è passati da circa 280mila immobili nel 2011 ad oltre 550mila immobili nel 2020, si tratta di un salto del +107%.


Comments