top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Antiriciclaggio: nuove Linee guida EBA

EBA ha pubblicato le proprie Linee guida sul ruolo e le responsabilità della funzione di conformità alla normativa antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo (funzione compliance antiriciclaggio) e dell’organo di gestione degli enti creditizi o finanziari.

Le presenti Linee guida mirano a garantire un’interpretazione comune e un’attuazione adeguata delle disposizioni di governance interna in materia di antiriciclaggio e di lotta al finanziamento del terrorismo in tutta l’UE.

Le Linee guida danno attuazione all’articolo 8 della Direttiva (UE) 2015/849 (IV Direttiva Antiriciclaggio), il quale prevede che gli enti creditizi o finanziari adottino politiche, controlli e procedure interne di contrasto e gestione dei rischi di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

Tra queste misure rientra, secondo principi di proporzionalità, la nomina di un responsabile con funzione di revisione indipendente per la verifica delle suddette politiche, controlli e procedure (funzione compliance antiriciclaggio).

Quando l’ente creditizio o finanziario fa parte di un gruppo, le Linee guida prescrivono la nomina di un responsabile della compliance antiriciclaggio e del finanziamento del terrorismo di gruppo e chiariscono i compiti e le responsabilità della funzione.

Inoltre, l’articolo 46(4) della IV Direttiva Antiriciclaggio prevede che gli enti creditizi o finanziari individuano il membro dell’organo di gestione responsabile in ultima istanza dell’attuazione delle disposizioni normative ed amministrative necessarie per conformarsi agli obblighi in materia di antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

I presenti Orientamenti chiariscono i compiti e le funzioni attribuiti al membro dell’organo di gestione responsabile.

Le Linee guida integrano, ma non sostituiscono, le Linee guida emesse dalle Autorità di vigilanza europee su accordi di governance più ampi e controlli di idoneità.

In particolare, le Linee guida integrano:

  • gli orientamenti dell’EBA sull’internal governance

  • gli orientamenti congiunti dell’EBA e dell’ESMA sulla valutazione dell’idoneità dei membri dell’organo di gestione e dei titolari di funzioni chiave

  • gli orientamenti dell’ESMA sui requisiti della funzione compliance ai sensi della MiFID II

  • gli orientamenti dell’EIOPA sul sistema di governance

  • le linee guida dell’EBA sugli accordi di esternalizzazione

  • le linee guida dell’EIOPA sull’esternalizzazione di servizi cloud

  • le linee guida dell’ESMA sull’esternalizzazione di servizi cloud

  • le linee guida dell’EBA sulla cooperazione e lo scambio di informazioni tra le autorità di vigilanza prudenziale, le autorità di vigilanza antiriciclaggio e le unità di informazione finanziaria

Comments