top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Amundi: il new normal delle allocazioni core è sempre più sostenibile

L'asset manager lancia otto nuovi ETF sul listino ETFPlus


Gli indici azionari, sferzati da dati e aspettative sull'inflazione e dalla retorica dei banchieri centrali tentano un pericoloso ritracciamento, guidati ancora dai titoli tech più sopravvalutati come pure da alcuni dei temi più blasonati come le energie rinnovabili o la mobilità del futuro.

Elon Musk, visionario leader di Tesla, incassa 100 milioni di dollari dalla recente bull run della cripto per eccellenza e poi rinuncia via Twitter alla stessa quale valuta di pagamento in quanto che il mining," tutto sommato", potrebbe contribuire all'inquinamento. Come le batterie per auto elettriche, per intenderci. Molto rumore di fondo. Troppo. Quanto contano davvero oggi l'ambiente, l'attenzione per l'espetto sociale o la stabilità e condivisione della governance?

Per l'investitore che desidera investire nel futuro, la scelta sostenibile è d'obbligo ma se questo non vuole peccare di eccessivo ottimismo circa i tempi necessari per la realizzazione di un mondo davvero carbon free, e se non si reputa onnisciente in merito ai modi nei quali questa transizione avrà davvero luogo (esposizioni troppo specifiche), allora non bisogna dimenticare anche le proposte ETF più classiche sul tema.

Ci riferiamo a quei prodotti che perseguono tale esposizione senza sacrificare sin da ora la propria diversificazione, elemento cruciale per un'esposizione core, senza un eccessivo anticipo sui tempi ma con la capacità di premiare nel tempo i titoli più meritevoli. I nuovi otto ETF firmati Amundi ampliano la gamma dell'asset manager francese sul tema con nuove esposizioni geografiche aggiungono una classe a cambio coperto e, soprattutto, garantiscono varie alternative in termini di criteri di selezione.

La variabile geografica è senza dubbio cruciale sui temi in questione, in quanto, nel tempo, i progressi o le battute d'arresto osservate nei vari paesi a causa di specifiche locali, come ad esempio quelle legate alla politica, sono sotto gli occhi di tutti. Di seguito, il dettaglio dei nuovi strumenti con una breve descrizione dei relativi indici. Tutti gli ETF sono replicanti fisici di indici TRN, e sono proposti nelle loro classi a capitalizzazione dei proventi.


AMUNDI INDEX MSCI EMU SRI UCITS ETF DR (LU2109787635), valuta base EUR, TER 0.18%, investe su aziende di grandi e medie dimensioni dell'area EMU. Il filtro SRI utilizzato è qui un ex fossil fuel, combinato con l'esclusione dei settori con esternalità negative (alcol, tabacco, armi..) e con l'applicazione di un filtro ESG che prevede valutazioni eccellenti quale conditio sine qua non all'inclusione.

AMUNDI MSCI WRLD ESG LEADERS UCITS ETF D (LU2109787122) valuta base USD, TER 0.18%, investe su aziende di grandi e medie dimensioni di paesi sviluppati (presente un cap al 5% ) limitando però l'esposizione a quelle che hanno ottenuto i punteggi ESG più elevati in ciascun settore GICS. Sono esclusi i settori delle armi, del gioco d'azzardo, del nucleare, del tabacco, delle armi e del carbone termico.

AMUNDI MSCI USA ESG LEADERS UCITS ETF D (LU2109787395), valuta base USD, TER 0.15%, investe su aziende di grandi e medie dimensioni statunitensi (presente un cap al 5% ) limitando l'esposizione a quelle che hanno ottenuto i punteggi ESG più elevati in ciascun settore GICS. Sono esclusi i settori delle armi, del gioco d'azzardo, del nucleare, del tabacco e del carbone termico. AMUNDI MSCI EUROPE ESG LEAD UCITS ETF D (LU2109787478), valuta base EUR 0.15%, TER investe su aziende di grandi e medie dimensioni di paesi europei (presente un cap al 5% ) limitando l'esposizione a quelle che hanno ottenuto i punteggi ESG più elevati in ciascun settore GICS. Sono esclusi i settori delle armi, del gioco d'azzardo, del nucleare, del tabacco, delle armi e del carbone termico.

AMUNDI MSCI EMERG ESG LEADER UCITS ETF D (LU2109787551), valuta base USD, TER 0.18% è pensato per selezionare (fermo un cap al 5% per componente) le sue componenti tra le società dei paesi emergenti con i migliori rating ESG per settore, dopo aver escluso quelle operanti nel business dell'alcol, del carbone termico, dell'energia nucleare, delle armi, del gioco d'azzardo o del tabacco. AMUNDI DAX 50 ESG UCITS ETF DR (LU2240851688), valuta base EUR, TER 0.19%, individua le sue componenti tra quelle del indice DAX50 ossia tra le 50 società tedesche quotate più grandi e liquide ricomprese nell' HDAX index (che a sua volta comprende DAX30, MDAX e TECDAX). Escluse le società che non soddisfano i requisiti Sustainalytics (Global Standards) o coinvolte nei settori con esternalità negative, l'indice è assemblato con i 50 migliori titoli per liquidità, capitalizzazione e punteggio ESG Sustainalytics. E' presente un cap al 7% per singola esposizione. AMUNDI MSCI EUROPE CLIMA TRA UCITS ETF D (LU2130768844) valuta base EUR, TER 0.18%, replica una variante dell'indice MSCI EUROPE pensata per ridurre del 30% (7%medio annuo) le emissioni di gas serra rispetto all'originale (Clima Change CTB Select). La metodica esclude a priori le società che producono armi controverse o coinvolte in controversie legali sui temi ESG. AMUNDI S&P 500 ESG UCITS ETF D HDG EUR (LU2098887263), EUR HEDGED, TER 0.28%, punta ad una replica del noto indice statunitense, con l'esclusione, a priori, dei settori con esternalità negative (tabacco, alcol, armi controverse e carbone termico..) e di quelle società che abbiano ottenuto valutazioni negative secondo i criteri del Global Compact delle Nazioni Unite o che figurino nel peggior 25% del rispettivo settore di appartenenza ( secondo le metriche S&P DJI ESG).

Post correlati

Mostra tutti

Comments