top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Agcom, dal 21 marzo stop ai servizi Vas

Scatterà il 21 marzo la data di cessazione di tutti servizi Vas (Value added service), forniti dagli operatori telefonici, secondo una delibera dell’Autorità di controllo delle comunicazioni. Spesso i servizi sono anche indesiderati, in quanto vengono attivati inconsapevolmente, addebitando all’utente ulteriori costi in sovrapprezzo. Stiamo parlando di meteo, oroscopi, suonerie, giochi, musica, news, etc. L’Agcom, grazie anche al contributo delle associazioni di consumatori, ha stabilito che sulle nuove sim telefoniche deve essere impostato un blocco di default per i servizi premium che potrà essere rimosso solo dall'utente. Il blocco riguarderà tutti i servizi che prevedono l'erogazione di contenuti digitali sms, mms o mobile internet, con addebito su credito telefonico o in bolletta. Da quella data, il blocco disattiverà automaticamente gli abbonamenti eventualmente attivi. Tra gli operatori già Fastweb non effettua più questo tipo di servizi, mentre Tim già dal 25 novembre 2020 ha automaticamente disabilitato all’attivazione delle sim i servizi premium a pagamento forniti da terze parti creando anche una black list (barring). Anche Vodafone fa sapere che sta applicando dal ottobre 2020 sulle nuove sim il blocco ai servizi premium. Di fatto la decisione dell’Autorità risolve un problema segnalato più volte dalle associazioni consumatori.

Comentarios