top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Consob richiama l’attenzione Sulla trasparenza di MIFID II


La Consob ha richiamato l’attenzione degli intermediari al rispetto della nuova disciplina MiFID II sulla trasparenza dei costi e degli oneri connessi alla prestazione di servizi di investimento e accessori e agli strumenti finanziari.

Sul punto Consob ricorda come MiFID II richieda un grado di trasparenza, sia ex ante che ex post, più alto rispetto a quello previsto dal regime MiFID. L’obiettivo è di assicurare che gli investitori siano consapevoli di tutti i costi e degli oneri per la valutazione degli investimenti, anche in un’ottica di confronto fra servizi e strumenti finanziari.

I presidi adottati per la trasparenza ex ante ed ex post, aggregata e disaggregata, sui costi e gli oneri connessi alla prestazione di servizi di investimento e accessori e agli strumenti finanziari, dovranno essere compiutamente illustrati nella prossima “Relazione sui servizi” da trasmettere alla Consob entro il 31 marzo p.v..