top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Crisi Air France, rischio ricapitalizzazione dello Stato


Crisi anche per Air France. Dopo l’Alitalia anche la compagnia francese manifesta tutta la sua debolezza. Il segnale più evidente si è rivelato con la scivolata in Borsa a Parigi dopo che l'amministratore delegato Jean Marc Janaillac ha dato il suo addio alla compagnia per effetto della bocciatura dell'accordo salariale dello scorso 4 maggio. Il titolo, nella sola giornata ha perso il 12,48% portandosi a un valore di 7,08 euro ad azione. Inoltre, mentre continua lo sciopero dei lavoratori il ministro delle finanze francese Bruno Lamaire fa sapere che è improbabile un intervento diretto dello Stato e si dice preoccupato per l’andamento della compagnia che rischia di sparire se non riorganizzata e resa più competitiva.