top of page
  • Immagine del redattoreLuca Baj

Nel petrolio investimenti ancora cauti: pioggia di denaro solo sullo shale oil


L'industria petrolifera sta ricominciando a investire dopo anni di crisi, ma i progetti per sviluppare nuovi giacimenti non stanno ancora prendendo il volo e soprattutto restano troppo concentrati nelle aree di shale oil degli Stati Uniti: una tendenza che nel prossimo futuro rischia di creare difficoltà di approvvigionamento.

I costi sono tuttora bassi, ma in generale c’è un approccio ancora molto prudente, che porta a contenere le spese privilegiando progetti più piccoli e meno rischiosi di un tempo. Molto spesso si tratta di espansioni di giacimenti già in attività, progetti «brownfield», che consentono di arrivare in tempi brevi all’avvio della produzione.

Gli investimenti continuano del resto a indirizzarsi soprattutto sul petrolio non convenzionale.